Lo Statuto

L'identità delle fondazioni è stata compiutamente definita dalla legge Ciampi del 1998/99 e da due sentenze della Corte Costituzionale (300 e 301 del 2003), con le quali la legislazione in materia di fondazioni si può ritenere completa.

Le Fondazioni sono enti formali con piena autonomia statutaria e gestionale che operano senza fine di lucro, in settori di utilità sociale a vantaggio della collettività. Questa fruizione pubblica giustifica la presenza di un'autorità di vigilanza - il Ministero dell'economia e delle finanze - che opera (con un controllo di legittimità, non di merito) sul fatto che gli amministratori delle fondazioni agiscano nel rispetto delle leggi e degli statuti.

Anche la Fondazione Sicilia si è dotata quindi di un proprio statuto sin dal 2001.

L’attuale statuto della Fondazione Sicilia (già Fondazione Banco di Sicilia che, tra l’altro, nel 2004 ha incorporato la Fondazione CC.RR.V.E.) è stato modificato, in modo da adeguarlo al quadro normativo tempo per tempo vigente.

Le ultime modifiche sono state approvate dall’Autorità di Vigilanza in data 29 marzo 2021

Lo statuto della Fondazione Sicilia